C.F.P. Lepido Rocco

Certificazione linguistica

La certificazione linguistica è un’attestazione formale che consente di classificare la conoscenza linguistica a livelli standard su scala internazionale, sia per poter dimostrare il livello di conoscenza, sia per stabilire il livello di conoscenza richiesto in caso di offerta di lavoro, indipendentemente dal tipo di istruzione ricevuta e dalle circostanze di apprendimento della lingua stessa.

 

Scheda tematica 1 


L'allargamento dell'Unione Europea, con la conseguente maggiore mobilità tra i vari Paesi che la compongono e le sempre più frequenti comunicazioni a livello globale, obbligano tutti i cittadini europei a confrontarsi giornalmente con lingue diverse per i più diversi motivi. Un confronto costante per lavoro, turismo, commercio e così via. Nell'Europa della mobilità bisogna prevedere che qualsiasi credito acquisito durante la scolarità sia spendibile in tutto il percorso di formazione e trasferibile in qualsiasi ambito professionale. È quindi essenziale adottare la certificazione degli esiti di apprendimento. A livello europeo e internazionale già esistono enti accreditati che misurano e certificano i livelli di competenza nelle lingue straniere e a cui si può fare riferimento per introdurre la cultura e la pratica della certificazione anche nel sistema scolastico e formativo italiano. Ciò implica un ripensamento del sistema di valutazione in relazione a conoscenze e competenze definite in termini di livelli di abilità linguistiche singole o integrate. Affinché l'apprendente possa raccogliere le esperienze di apprendimento può servire da modello il Portfolio Linguistico (European Language Portfolio - ELP) elaborato dal Consiglio d'Europa. Il documento diventa una "tessera personale delle competenze linguistiche" che l'allievo modifica, aggiorna e perfeziona nel suo percorso formativo. Le competenze parziali in una o più lingue straniere vengono capitalizzate e possono essere perfezionate in un altro momento dell'iter scolastico e professionale.
Nel Libro Bianco del 1995 la Commissione europea ha enunciato alcune linee guida nel settore dell'istruzione, recepite poi nei documenti operativi contenuti nel “Quadro Comune Europeo di Riferimento delle Lingue” (Common European Framework of Reference for Language Learning and Teaching) del Consiglio d'Europa (2001). Il “Quadro comune di Riferimento Europeo delle Lingue” è uno strumento sociale e culturale che fornisce indicazioni precise sul livello di conoscenza di una lingua studiata e sancisce l’acquisizione di una lingua in tre livelli di riferimento, ognuno dei quali è a sua volta scindibile in due sottogruppi. Gli standard comuni di competenza si articolano su tre livelli: (vedi scheda tematica 2). Nella compilazione di modulistica (formulari, domande di impiego, curriculum, etc.) è utile far riferimento ai livelli del Quadro di Riferimento Europeo, piuttosto che a espressioni del tipo: "buona conoscenza della lingua...".
Le certificazioni consistono in test a punteggio (orali e scritti) effettuati da Enti Certificatori, i quali rilasciano a ogni candidato che superi l'esame un diploma che attesta il livello di competenza linguistica raggiunto. Gli attestati rilasciati dagli Enti Certificatori sono internazionalmente riconosciuti e costituiscono uno strumento di promozione personale in ambito scolastico, accademico e professionale.

Scheda tematica 2


Nell'Europa della mobilità bisogna prevedere che qualsiasi credito acquisito durante la scolarità sia spendibile in tutto il percorso di formazione e trasferibile in qualsiasi ambito professionale. È quindi essenziale introdurre la certificazione degli esiti di apprendimento.
A livello europeo e internazionale già esistono enti accreditati che misurano e certificano i livelli di competenza nelle lingue straniere e a cui si può fare riferimento per introdurre la cultura e la pratica della certificazione anche nel sistema scolastico e formativo italiano.
Ciò implica un ripensamento del sistema di valutazione in relazione a conoscenze e competenze definite in termini di livelli di abilità linguistiche singole o integrate.
Affinché l'apprendente possa raccogliere le esperienze di apprendimento può servire da modello il Portfolio Linguistico (European Language Portfolio - ELP) elaborato dal Consiglio d'Europa. Il documento diventa una "tessera personale delle competenze linguistiche" che l'allievo modifica, aggiorna e perfeziona nel suo percorso formativo.
Le competenze parziali in una o più lingue straniere vengono capitalizzate e possono essere perfezionate in un altro momento dell'iter scolastico e professionale.

Nel corso degli anni Novanta il Consiglio d’Europa ha elaborato un Quadro di riferimento (Common European Framework of Reference for Language Learning and Teaching) che sancisce l’acquisizione di una lingua in tre livelli di riferimento, ognuno dei quali è a sua volta scindibile in due sottogruppi. Gli standard comuni di competenza sono descritti nel Quadro Comune Europeo di Riferimento e si articolano su tre livelli:

- Livello base (A1-A2):
  A1 o Breakthrough (livello introduttivo o di scoperta);
  A2 o Waystage (livello di “sopravvivenza”).
- Livello autonomo (B1-B2):
  B1 o Thershold (livello “di soglia” che conclude la fase elementare);
  B2 o Vantage (livello indipendente o livello di progresso).
- Livello di padronanza (C1-C2):
  C1 o Effective operational proficiency (livello di propria efficienza operativa con   piena autonomia);
  C2 o Mastery (livello avanzato, padronanza della lingua estesa alle situazioni più complesse).

Le certificazioni consistono in test a punteggio (orali e scritti) effettuati da Enti Certificatori, i quali rilasciano a ogni candidato che superi l'esame un diploma che attesta il livello di competenza linguistica raggiunto. Gli attestati rilasciati dagli Enti Certificatori sono internazionalmente riconosciuti e costituiscono uno strumento di promozione personale in ambito scolastico, accademico e professionale.
La Scuola Lepido Rocco promuove la partecipazione degli allievi dei corsi di formazione ai test di livello presso gli Enti certificatori.
Informazioni esaustive sui Centri accreditati per la certificazione linguistica dell’area territoriale veneta e del FVG saranno fornite dalle segreterie e dai docenti dei corsi.

Nota 1
Il sistema più conosciuto di certificazione della lingua inglese è quello fornito dall'Università di Cambridge. Il metodo pedagogico adoperato punta all'uso pratico in contesti comunicativi della lingua. Vengono infatti valutate tutte le capacità legate all'utilizzo della lingua.
La gamma principale (Main Suite) degli esami EFL di Cambridge (English as a Foreign Language) prevede, in conformità con i criteri di valutazione dell'ALTE (Association of Language Testers in Europe - Associazione per la valutazione linguistica in Europa), cinque diverse certificazioni.
- A2 Livello 1 Key English Test (KET);
- B1  Livello 2 Preliminary English Test (PET);
- B2 Livello 3 First Certificate in English (FCE);
- C1 Livello 4 Certificate in Advanced English (CAE);
- C2 Livello 5 Certificate of Proficiency in English (CPE).
Oltre a questi esami, l’EFL di Cambridge offre i BEC, Business English Certificates (certificati di inglese per gli affari) a coloro che desiderano utilizzare l'inglese per rapporti di lavoro internazionali. Gli esami coprono tutte e quattro le abilità linguistiche (ascolto, lettura e comunicazione scritta, comunicazione orale) e valutano la capacità di utilizzare una gamma completa di strutture e funzionalità linguistiche in un contesto lavorativo. Gli attestati rilasciati sono: BEC Preliminary; BEC Vantage; BEC Higher

Nota 2
Il Goethe Institut è l'ente ufficialmente preposto alla diffusione e alla promozione della lingua e della cultura tedesche in tutto il mondo. Per i più giovani sono stati elaborati i Fit in Deutsch su due livelli (FiD1 e FiD2), che attestano una conoscenza elementare della lingua. Riconosciuto in Germania e in tutta Europa è il ZD (Zertifikat Deutsch) per il quale viene richiesta la conoscenza di almeno 2.000 vocaboli. Per chi ha approfondito la conoscenza c'è poi il ZMP (Zentrale Mittelstufenprüfung). I KDS e GDS sono certificazioni che il Goethe Institut ha realizzato su incarico dell'università di Monaco e sono validi per l'ammissione a tutte le facoltà tedesche. Il GDS attesta una padronanza quasi perfetta del tedesco. Per entrambi è richiesta l'età minima di 18 anni. Infine, a una conoscenza specifica del tedesco professionale e aziendale sono dedicati i due diplomi ZDFB e PWD, riconosciuti anche dalla Camera di commercio tedesca. Maggiori informazioni possono essere richieste direttamente al Goethe Institut. È possibile consultare il sito
www.goethe.de/ins/it/lp/itindex.htm .

Nota 3
Anche lo spagnolo ha i suoi certificati ufficiali di riconoscimento per le persone non di madrelingua. Il Dele (Diplomas Oficiales de Español como lengua extranjera) è un diploma riconosciuto dal ministero spagnolo dell'Educazione e della Scienza e si ottiene dopo esami elaborati dall'università di Salamanca. Esistono tre tipi di Dele: un titolo propedeutico che si chiama certificado inicial; segue la certificazione di base detta, appunto, diploma basico; mentre per i più bravi c’è il diploma superior che attesta non soltanto la padronanza della lingua, ma anche la familiarità con la cultura dei Paesi ispanofoni. Presso gli istituti Cervantes, enti ufficiali per la promozione della lingua e della cultura spagnola all'estero, si tengono gli esami per ottenere questi diplomi. Il piano di studi per la preparazione si suddivide in quattro livelli di graduale difficoltà al termine dei quali si ottengono i cosiddetti certificati di livello (consultare anche
www.cervantes.es). Il Dele è una certificazione aperta; chiunque nel mondo può sostenere l'esame che si tiene due volte all'anno, con una sessione a maggio ed una a novembre. In Italia sono 16 le sedi dove si svolgono le prove. Attualmente, l'Istituto Cervantes è il più importante organismo mondiale che si dedica all'insegnamento dello spagnolo. Per informazioni rivolgersi agli istituti Cervantes presenti in Italia, a partire dal sito http://roma.cervantes.es

Nota 4: Il BULATS (Business Language Testing Service - Servizio di test mirato per gli affari) è un servizio di valutazione della competenza linguistica ideato per ditte ed organizzazioni che hanno bisogno di sottoporre a verifica l'abilità nell'utilizzo della lingua straniera da parte dei propri dipendenti, degli aspiranti tali o del personale in contratto di formazione, in una maniera che sia attinente alle loro specifiche mansioni. I test valutano ascolto, lettura, grammatica e vocabolario, con test opzionali per la comunicazione orale e la comunicazione scritta.
Il BULATS è disponibile in lingua francese, tedesca e spagnola, oltre che in lingua inglese; l'esame è disponibile, sia in versione cartacea, che su CD-ROM.

La certificazione delle competenze linguistiche risponde alla necessità di verificare il livello di conoscenza di una lingua, indipendentemente dal tipo di istruzione ricevuta e dalle circostanze di apprendimento della lingua stessa.
 

FORMAZIONE FORMATORI

Intervento formativo del dr. Sandro Silvestri (USP Treviso) su "Integrazione nel sistema scolastico degli allievi con disabilità certificata" (6 luglio 2010) - Allegati 1 e 2 - Allegato 3 (Vedi anche "Disabilità).

Documento "Quale scuola per adolescenti stranieri" elaborato dalla Cooperativa Servire a supporto dell'intervento di formazione su "Percorsi d'integrazione sociale e formativa degli allievi immigrati" del 9 settembre 2010 (vedi anche "Migrazioni" nell'area "I temi della formazione").

SERVIZI FAMIGLIE IMMIGRATE

Vedi lo sportello informativo di Anolf Treviso - Associazione Nazionale Oltre Le Frontiere (chi s'iscrive alla mailing list riceverà gli aggiornamenti riguardanti i cittadini immigrati).

Vedi la pagina "Migrazioni".

PROGETTI IN PARTENARIATO

PROGETTO CASETTA DOMOTICA

Il Progetto "Casetta Domotica" ha coinvolto gli allievi del 4° anno di specializzazione 2012-2013 per "Tecnico elettronico e delle telecomunicazioni" (vedi pagina web).


PROGETTO COMPETENZE

 Progetto "Strumenti per professionisti e cittadini competenti" della Rete Veneta Competenze (RVC) con capofila l'Istituto Einaudi di Padova. Il progetto è concluso e l'accesso al portale consente di acquisire i risultati finali.


Documento "Evoluzione dei settori economici, fabbisogni professionali e correlate competenze" (dati elaborati dalla Provincia di Treviso)


PROGETTO SILENO

Vedi  la presentazione del progetto  

             

Per ulteriori informazioni: 0422867525 (dr. Valter Giacomini - dr.ssa Silvia Grando) - 0422867511 (segreteria)


IL NETWORK VENETO DELLA FORMAZIONE

FICIAP VENETO

FORMA VENETO

SERVIZI PER IL LAVORO

 

Eures: Servizi europei per l'impiego

 


 

CENTRI PER L'IMPIEGO:

  
Città dei mestieri di Treviso




   PROVINCIA DI PORDENONE


          


       

Opportunità per valorizzare le esperienze lavorative degli over 45: Age Management


Ricerca di lavoro nel settore turistico-alberghiero: Associazione Albergatori Bibione - Associazione Albergatori Caorle


 Clicca le immagini 

  

  

  

  

   

   


ULTIME NOTIZIE


AVVIO CORSI BREVI DI FORMAZIONE CONTINUA 

Continuano le adesioni agli altri corsi brevi (30 ore) di Formazione Continua (vedi schede nel catalogo): Lingua inglese; Office Automation; Progettazione 3D (Inventor); PLC base; Impianti fotovoltaici, etc. Per  partecipare ai corsi brevi di Formazione Continua (FC) a finanziamento privato puoi andare al Catalogo Corsi - Iscrizioni, fare l' iscrizione online, o inviare un messaggio e-mail alla redazione@lepidorocco.com con il corso scelto ed i recapiti telefonici o e-mail, oppure scaricare la scheda di adesione, compilarla e inviarla via fax (0422863065) o consegnarla alla segreteria di una delle 4 sedi della Scuola Lepido Rocco. I corsi saranno attivati al raggiungimento del numero minimo di partecipanti previsto (10). I prezzi dei corsi brevi di FC sono visibili in questo link. In via promozionali sono stati attivati corsi a livello base ed avanzato di 30 ore ciascuno per Informatica, Lingua Inglese e Lingua Tedesca al prezzo di € 200 ciascuno. Di norma i corsi hanno uno svolgimento serale (18,30 - 20,30) con due lezioni alla settimana. Nell'incontro di coordinamento che precede l'avvio dei corsi i partecipanti e l'insegnante concorderanno il calendario delle lezioni  ed il programma. Per ulteriori informazioni contattare la dr.ssa Michela Magoga al n. 0421799258 (e-mail m.magoga@lepidorocco.com) della sede di Pramaggiore.


 CORSO OSS "OPERATORE SOCIO-SANITARIO"

Con Delibera della Giunta Regionale del Veneto n. 2899 del 28/12/2012 è stata approvata la sospensione di 12 mesi dell'emanazione del nuovo Avviso Pubblico (Bando) per la presentazione di progetti formativi per OSS. Nella delibera è stato altresì precisato che la Direzione Regionale dei Servizi Sociali avvierà una ricognizione dei fabbisogni professionali su base locale. Pertanto, nel 2013 non uscirà alcun bando per la realizzazione dei corsi OSS. La Scuola Lepido Rocco comunque continuerà ad accogliere domande di pre-iscrizioni al probabile corso OSS che sarà attivato nel 2014. Se sei interessato puoi scaricare, compilare ed inviare via fax al n. 0422863065 o presentare alle segreterie delle sedi di Motta di Livenza, Pramaggiore, Caorle il Modulo di domanda di preiscrizione al corso OSS 2014. Per informazioni sulla figura professionale OSS clicca qui o vedi la LR 20/2001Per altre informazioni puoi telefonare ai nn. 0422867516 (R. Zanardo - e-mail r.zanardo@lepidorocco.com) - 0421799258 (M. Magoga e-mail m.magoga@lepidorocco.com).

SCUOLA APERTA




Le date di Scuola Aperta nelle sedi di Motta di Livenza, Pramaggiore e Caorle sono:

- Sabato 30 novembre 2013 dalle 14,30 alle 18,00

- Sabato 14 dicembre 2013 dalle 14,30 alle 18,00

- Sabato 18 gennaio 2014 dalle 14,30 alle 18,00

- Sabato 1 febbraio 2014 dalle 14,30 alle 18,00.

Per la sede di Castelfranco Veneto le date devono ancora essere definite.

Puoi visionare:

il manifesto Scuola Aperta 2011-2012,

un allievo meccanico di Motta, un allievo cameriere di Caorle, un allievo cuoco di Pramaggiore, un'allieva cuoca di Pramaggiore

la brochure di presentazione dell'offerta formativa della Formazione Iniziale a qualifica e post-qualifica della Scuola Lepido Rocco

la brochure dell'offerta formativa dei CFP del settore turistico-alberghiero di Caorle e Pramaggiore.

Per visitare le nostre scuole puoi contattare le sedi di Motta di Livenza, di Pramaggiore, di Caorle, di Castelfranco Veneto.

Vieni a visitare le nostre strutture formative e acquisire utili informazioni per l'orientamento e la scelta scolastica dopo la terza media.

EVENTI

MESCOLANZE IN PENTOLA

Il 27 aprile 2012 presso la Mostra Nazionale dei Vini di Pramaggiore gli allievi del terzo anno del CFP Turistico Alberghiero di Pramaggiore hanno presentato il Progetto "Mescolanze in pentola" (vedi i testi) (vedi la presentazione degli allievi). 


PROGETTO YOUNG REPORTER

5 allievi della Scuola Lepido Rocco hanno partecipato al progetto Young Reporter che vede la collaborazione della Provincia di Treviso e di Rete Veneta. Sono stati realizzati dei filamati che verranno trasmessi nei TG di Rete Veneta (Vedi pagine su Facebook e Youtube).


E INTANTO PEDALO

Si è svolta il 17 febbraio 2012 la giornata  "M'illumino di meno" per la sensibilizzazione al consumo consapevole

Giornata del risparmio energetico a Motta di Livenza in Piazza Luzzatti.

Vai alla pagina web "e intanto pedalo.it" 2012.

organizzato dalla Scuola Lepido Rocco.

WEB

Six Billion Others - Sei Miliardi di Altri


Nel 2003, dopo La Terra vista dal Cielo, Yann Arthus-Bertrand, con Sybille d’Orgeval e Baptiste Rouget-Luchaire, ha lanciato il progetto “6 billion others”.Oltre cinquemila interviste filmate in 75 paesi da 6 registi che sono andati in cerca degli Altri.

 : Home I temi della formazione C come ... Certificazione linguistica